In accordo con il Governo, il 14 marzo 2020,  sindacati e imprese hanno firmato un protocollo per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da COVID-19 e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro; protocollo che è stato integrato il 24 aprile 2020.

Sin da subito abbiamo costituito il nostro Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo di sicurezza anticontagio e provveduto a elaborare e integrare nel tempo un proprio protocollo di sicurezza anticontagio.

Seguendo le principali raccomandazioni per imprese e lavoratori contenute nel protocollo tra Governo, sindacati e imprese abbiamo messo in atto quanto di seguito descritto:

  • informazione: tutti i nostri dipendenti, clienti e collaboratori sono informati sulle misure intraprese per il contrasto e contenimento della diffusione del coronavirus non per ultimo dagli appositi fogli illustrativi affissi agli ingressi;
  • accesso in azienda: sono stati stabiliti orari e ingressi differenziati per dipendenti, clienti e collaboratori e l’ingresso è permesso solamente a chi autocertifica l’assenza di sintomi e febbre; vi è, inoltre, l’obbligo di utilizzo delle mascherine e della sanificazione delle mani;
  • spazi comuni: gli accessi agli spazi comuni vengono regolarmente sanificati e l’ingresso è contingentato in modo da evitare assembramenti;
  • mezzi e attrezzature aziendali: vengono regolarmente sanificati dal nostro personale.

Abbiamo, inoltre, cercato di trovare una spinta positiva dalle limitazioni imposte dai protocolli anticontagio. Visto il divieto di assembramenti abbiamo deciso di modificare il nostro orario di lavoro, non solo scaglionando gli ingressi per tipologia di utente, ma anche rendendolo continuato in modo da dare più tempo ed elasticità a Clienti, equipaggi e ditte.

Seguiamo tutti queste semplici regole per assicurarci un ambiente di lavoro sicuro.

Safety first!